Un Mondo Buttato Via

 

 

 

 

.

C’era Una Volta…

UN MONDO

Un Mondo nel Quale si Leggeva il Libro Cuore…

Un Mondo
 Dove Ci si Rivolgeva alle Persone con Garbo e Gentilezza…
Dove si Crescevano i Figli Educandoli al Rispetto per il Prossimo.

Questo Era il Mondo

Nel Quale sono Stata Cresciuta.

Ed Ora Mi Sembra
Che Questo Mondo sia Stato in Parte Invaso dagli Alieni
e Mi sia Diventato Alieno a sua Volta.

Pochi…
Troppo Pochi Serbano

UN CUORE LEGGERO

Che Consenta di Vivere Bene a Contatto con l’Altro

“DIVERSO DA TE”.

Ormai il Cuore è Diventato Pesante.

Pesante Perché ci si è “Abituati” ad Avere
…Non Tutto… Certo
…Ma Tanto…

…TROPPO…

E Quando il Tanto al Quale si era Diventati Avvezzi e Dipendenti
Diminuisce…

IL CUORE SI APPESANTISCE.

E Parallelamente è Cresciuta dentro di Noi l’Idea
di Essere Liberi.
Ma di una Libertà Strana.

BRUTTA.

La Libertà di Prendere a Calci
(Virtualmente e Non)
l’Altro per Ottenere quel che Desideriamo.

Non è una Maggiore Libertà di Bene e Altruismo.

NO.

E’ una Maggiore Libertà di Privilegiare Se Stessi
a Discapito degli Altri.

E il Cuore Pesante Rende Tutti più Scontrosi…

ARIDI…

MENO PAZIENTI…

MENO COMPRENSIVI…

Schiacciati Come Siamo da Questo Mondo in Declino.

Troppo Benessere che ci ha Portati a Tutto Questo?
Non Saprei Dirlo…
lo Sapranno Dire gli Insegnanti di Storia o Sociologia
ai Propri Allievi tra Qualche Decennio.
Per il Momento

IO RESTO QUI…

a Guardare lo Sfacelo Quotidiano che Contagia Anche Me.
E Cercando…
Non so Più in che Modo…
di Salvaguardare quell’Animo Bambino…

GENTILE…

DISPONIBILE…

Che Voglio Conservare Seppur Consapevole
Che Sempre più Spesso

PER SOPRAVVIVERE

Devo Trasformarmi in
Un Gattino Ruggente.

 

 

 

 

41 pensieri su “Un Mondo Buttato Via

  1. In un mondo buttato via c’è sempre un mondo da recuperare……..

    Buon Natale a chiunque legga

    Cara Lumil per te….Un mondo di cose belle!!!! smack!!

  2. In viaggio verso Tumiza

    Gentilissima naufraganza abbiamo il piacere di comunicarVi che a breve da questo isolotto partirà la prima spedizione nel tempo capitanata dal naufrago Hook a bordo della Astronave “Hendrik Lorentz” pilotata dal Colornello Tutangatton. E’ chiaramente un viaggio immaginario quindi per voi la cosa potrebbe apparire non reale,ma ne siete davvero certi che l’immaginazione e la fantasia non facciano parte della realtà?……seguiteci e potreste rendervi conto invece che potrebbe essere l’esatto contrario…..
    Preannunciato questo qualche breve indicazione utile su come muoversi nel tempo…..occorre giusto un minimo esercizio mentale, rilassamento totale e l’ascolto dei sensi interiori……viaggiando verso il passato il tempo si dilata quindi appare tutto più lento nel passato non si corre non ci sono disturbi conflitti possiamo viverlo in maniera apparentemente più distaccata di quando quel tempo lo abbiamo precedentemente attraversato…ma non è distacco bensì serenità. Nel passato possiamo vivere ma non abbiamo facoltà di modificare nulla sono frammenti di un tempo già compiuto….in realtà anche il tempo che consideriamo reale ovvero anche il futuro potebbe essere un tempo universalmente già compiuto forse è la nostra percezione a farcelo apparire in divenire…..chissà…..
    Tumiza chiaramente non esiste (il contrario di Azimut) e qualcuno si potrebbe lecitamente chiedere per quale motivo veniamo a compiere un viaggio proprio qui…bene la risposta è semplice….così come Tumiza anche io Tutangatton e gli altri naufraghi non esistiamo siamo personaggi immaginari,ma la nostra amicizia è reale e cosa ci accomuna? il grande affetto per la nostra amica Lumil…… nel rispetto della sua scelta distanziale e senza arrecarle alcun disturbo riperccorreremo i suoi scritti ma anche i nostri in questo blog due passi nel tempo e quattro chiacchiere tra amici tutto qui……..chiunque voglia aggregarsi onore e piacere….

    • Auguri Hook,
      Buon Natale,
      mentre si sta cucinando il piatto che ho preparato per domani, bisogna che faccia una precisazioni a quello che hai scritto:
      Il tempo rallenta quando viaggi velocemente, non quando vai nel passato (l’amico Albert se la prenderebbe un po’ a sentirtelo dire) mentre sono d’accordo anch’io che con il passato non si possa interferire altrimenti o l’umanità si è estinta prima di costruire una macchina del tempo o è possibile andare solo come osservatori invisibili. Per quanto riguarda il futuro puoi aver ragione oppure è ancora da costruire in base alle nostre azioni. Io penso che il tempo sia un’onda che viaggia dal passato al futuro e noi viviamo sulla cresta (il presente).
      Allora la metterei così: in questo universo il tempo ha una sola direzione, chissà se in altri universi si comporta in un modo diverso.
      Ciao

  3. Buonasera Tutan mi auguro tu abbia festeggiato al meglio questa giornata…quando dico al meglio intendo con serenità…nella semplicità di quelle cose in apparenza banali e scontate,ma che in realtà sono doni meravigliosi…torno presto per indicarti di questo viaggio nel tempo che possiamo compiere augurandomi che sia per te una cosa gradita…..a prestissimo

    • …eccomi Capitan Hook, come tutti gli “uomini di mare” sono SEMPRE PRONTO a “partire”…ho preparato il “bagaglio” (la SACCA o il SACCO) con tutto dell’INDISPENSABILE e nulla del SUPERFLUO…
      …puoi cominciare ad “alleggerire l’ormeggio” perchè ho capito che “imbarcherà” anche Rosario…

      • Benissimo prima di partire possiamo fare una piccola ricognizione giusto per provare i motori nel frattempo può darsi che arriva anche qualche altro naufrago e lo imbarchiamo con noi.. Io direi di spostarci nel post precedente a questo intitolato Buon Natale li approfitteremo per scambiarci gli Auguri per noi per i naufraghi e la nostra adorata Lumil Colornello aspettami li io pubblico di sopra l’annuncio ufficiale con l’itinerario del viaggio e ti raggiungo dopodichè rientriamo qui nel mondo buttato e da qui partiremo per il viaggio

    • Allora potresti partire anche tu con me e Tutan….saresti di ottima compagnia con la tua musica….in realtà non ci allontaneremo da qui ma invertiremo solo la direzione del tempo…..se ti va sei il benvenuto a bordo!!

  4. LETTERINA DEI DESIDERI
    Caeo BabboNatale io vorrei:
    Un trenino che faccia CIUFF CIUFF
    Un bambolotto che faccia NGHEE NGHEE
    Una trottola che giri e faccia DLINN DLINN
    …Si, è vero che da Domani i miei 80 Anni faranno parte del PASSATO e dovrò vedermela col FUTURO… MA è proprio per questo che ti chiedo RICORDI INTRAMONTABOLI: sai, alla mia età NON posso più sopportare DISILLUSIONI, quindi TI PREGO di NON ILLUDERMI…
    Cuao BabboNatale, quando verrai NON fare RUMORE: ho il sonno LEGGERO e mi sveglierei di CATTIVO UMORE !!

  5. Non ho mai dimenticato la splendida Fatina che mi ha preso per mano una serata di tanti anni fa e mi ha accompagnato nel suo mondo magico, per aiutarmi a raccogliere i pezzi di una vita che stava andando a rotoli.
    Voglio farti un regalo per festeggiare il tuo compleanno, qualcosa che possa forse strapparti un sorriso, quel messaggio originale da dilettante da cui è nato con quel blog a 4 mani che tanto è piaciuto agli altri
    Tanti auguri dolce Lumil, un bacio

    Gli anni 70 Erano ancora gli anni di carosello,
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=JzZWT_qKzAU (sigla carosello)
    la TV era in bianco e nero (almeno fino al 78) ed esistevano solo due canali RAI1 e RAI2 le trasmissioni iniziavano verso le 11.00, si interrompevano fra le 14 e le 17 , riprendevano poi con i programmi per noi ragazzi (chi non ricorda Braccobaldo show ?) e proseguivano fino alle 23.30, orario in cui terminavano per riprendere il giorno dopo; finche nel 1975 iniziarono le trasmissioni di Koper Capodistria.
    https://www.youtube.com/watch?v=xN7i–5JZK0 (sigla Rai inizio e fine trasmissioni)
    Sono nato in un paesino delle colline romagnole: Predappio Alta (La Prè per gli abitanti della zona), un paese piccolo ma meraviglioso, dove tutto era misura d’uomo, malelingue comprese … e in quegli anni (1971) i ricchi e i poveri lo descrivevano perfettamente, così come descrivevano perfettamente i miei sogni di allora
    https://www.youtube.com/watch?v=-AkOumRjjQY (che sarà)
    Avevo 13 anni quando iniziarono gli anni 70, gli anni più tragicamente belli della mia vita, e 23 quando finirono. 13 anni voleva dire essere in seconda media e quella era appunto l’età in cui il ciclo ormonale, come si evidenzia dai primi brufoli, si scatena all’interno del corpo degli adolescenti.
    Fino a quel momento il mio interesse era stato rivolto più al mio Milan, ai fumetti di Tex o alle figurine che alle ragazze, ma già da quell’anno le cose cambiarono e comprai il mio primo regalo a una stupenda rossa con gli occhi colore delle montagne in primavera, uno smalto rosso.
    https://www.youtube.com/watch?v=B1nQq-25zfE (montagne verdi)
    Fra le trasmissioni per ragazzi trasmesse dalla Rai in quegli anni, le più appassionanti erano sicuramente
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=ClzgTxtk9ZE (avventura)
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=SS5STd9EplI (Pinocchio)
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=ZjbnocJXIuA (Sandokan)
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=XWzYbqFBz7Y (Happy Days)
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=X3NVUN4n0DU (Goldrake)

    il 1970 era l’anno di Italia-Germania 4-3, partita vietata a noi ragazzini perché veniva trasmessa dopo la mezzanotte, ma che mi guardai lo stesso col volume della TV spento, tanto con tutte le altre tv del paese sintonizzate su quell’unico canale si sentiva benissimo il commento del cronista.
    Erano anche gli anni delle stupende serie televisive di fantascienza
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=aD_L9dAnWq0 (UFO)
    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=F5MyqGM2_vM (Spazio1999)
    (c’era appena stato lo sbarco sulla luna 1969) e gli americani avevano progetti spaziali molto ambiziosi che faceva sognare noi ragazzi di allora – help me – e allora si divoravano i libri di fantascienza alla portata delle nostre tasche vuote gli Urania, a volte comprati usati e poi li facevamo girare fra noi , sognando con le avventure raccontate da I.Asimov, J.Vance, C.Kapp, E,Hamilton, M.Banks, J.Campbell, N.Spinrad
    In quegli anni si racimolava qualche soldo andando a raccogliere funghi e castagne nei boschi per vendenderli o aiutando a riporre le legne negli scantinati, o andando a vendemmiare o, facendo il chierichetto ai matrimoni e cresime, oppure suonando le campane durante le festività o i funerali.
    Gli anni 70 erano anche gli anni delle stagioni al mare, sulla riviera romagnola. Lavoro faticoso per un ragazzino, ma estremamente gratificantem sia dal punto di vista economico che “sentimentale”, e fu così che scoprii le prime cotte marittime con ragazzine che arrivavano, all’improvviso, ti facevano sognare e poi sparivano, e tu restavi sempri lì a vederle partire senza poter far niente per farle restare … e fu Claudio Baglioni il primo ad esprime davvero quello che provavi-
    https://www.youtube.com/watch?v=GhFQV9l7FUI (Amore Bello)
    https://www.youtube.com/watch?v=klEi6FZrmXY (Questo piccolo grande amore)
    Erano gli anni del Liceo, delle amicizie che resteranno per tutta la vita, degli amori veri, dei graffi al cuore , dei cantautori “impegnati”
    https://www.youtube.com/watch?v=ocHEuHrYp2U (il vecchio e il bambino)
    https://www.youtube.com/watch?v=Q_p2nPL3P3k (compagno di scuola)
    https://www.youtube.com/watch?v=qiiS_DZkhZA (per dirti t’amo)
    Ma in quegli anni di grandi ideali, sentivi netta, dentro di te, la sensazione di essere strumentalizzati, usati per scopi che allora non riuscivi a capire.
    Ma la mia indole romantica, nemmeno in quesi momenti di grandi fermenti idealistici riuscì mai a spegnersi, e così riaffiorano i miei cantanti prefereti con le loro canzoni che mi accarezzavano il cuore e nelle quali rivivevo le mie passioni più grandi (sempre loro … le ragazze), e allora ecco spuntare quella ragazzina, così ben descritta da:
    https://www.youtube.com/watch?v=dlyknKgiSZU (E’ lei)
    oppure quella che ti era venuta a cercare per fissarti quell’ultima volta negli occhi per dirti “fammi guardare i tuoi occhi, sono stupendi, ma è l’unica cosa che voglio ricordare di te, perché è l’unica cosa che mi piace di te”
    https://www.youtube.com/watch?v=o9m8WKQIt-c (Bella senz’anima)
    c’erano tutta una serie di canzoni che, per una ragione o per l’altra, trovavo stupende
    https://www.youtube.com/watch?v=2MpAm8gy-EE (Rimmel)
    https://www.youtube.com/watch?v=5L94LieZY60 (Con il nastro rosa)
    https://www.youtube.com/watch?v=-pPrX3M7BPk (arrendermi mai)
    https://www.youtube.com/watch?v=5bY6mDIBzc4 (io ti porterei)
    Ma non posso chiudere questa pagina sugli anni 70 senza un omaggio alla più grande voce femminile degli anni 70, una grande cantante, che quando cantava metteva il suo grande cuore al servizio della sua stupende voce:
    https://www.youtube.com/watch?v=VC2EhZ5sFFU (Piccolo Uomo)
    https://www.youtube.com/watch?v=3W75gZHjB0c (Minuetto)
    https://www.youtube.com/watch?v=6e8xzxdTFQk (la nevicata del 56)
    sì so che quest’ultima non è una canzone degli anni 70, ma essendo un omaggio, mi permetterete un divagazione fuori tema 

    Per i ringraziamenti , li aggiungiamo dopo … tanto sai x chi sono 

    • …ed io ti RINGRAZIO caro Rosario per questa TUA “rimpatriata”…
      Io nel ’70 andavo “su e giù” nel Canale di Sicilia a “badare” che i Tunisini e i Libici NON “sequestrassero” i nostri pescherecci che pescavano in quelle ACQUE…

      • Ciao Tutangatton,
        mi fa piacere rivederti, ma mi piacerebbe risentire anche la nostra splendida Fatina.
        Sai ho riguardato un po’ il mio blog, ormai mutilato dal vandali e mi piacerebbe tornare a scrivere qualcosa.
        Che dici? tornerebbe a leggermi la Fatina?
        Un abbraccio

    • Ciao Rosario che piacere rileggere e soprattutto riascoltare le tue emozioni che arrivano al cuore di chi come me in quegli anni è nato ed in quegli anni è vissuto……

    • …caro Hook Ti consiglierei un BeautyCenter per un DEPILEE’ integrale. MA NON ne frequento più da molti anni e ho perso gli indirizzi: prova con le PagineGialle…
      P.S.: ti invidio che, malgradola Tua ETA’ , CONSERVI ancora MOLTA agilita’…

      • Caro Colornello seguirò il tuo consiglio quando farà più caldo per il momento la pelliccia mi serve!! Eheheheh ….la mia agilità è grazie a questi limoni magici che ho ritrovato sull’isolotto e sono felicissimo che mi hai raggiunto qui perché ti voglio proporre un viaggio!! torno più tardi per chiarimenti delucidazioni e coordinate nel frattempo sei pregato di disporre al meglio i tuoi supporti alla lettura e nel frattempo che ritorno avrei anche un quesito da porti..

        “Secondo te ha più potere il pensiero o la parola?”

        • “Secondo te ha più potere il pensiero o la parola?”

          …io NON ho alcun dubbio: E’ IL PENSIERO !!

          la PAROLA, una volta “detta” rimane con il VALORE che aveva in quell’istante e può essere confutata/discussa/fraintesa/ignorata/rigirata ecc.

          …il PENSIERO invece può “incrementare il suo peso” e acquistare valore, è “spendibile” nel MOMENTO MIGLORE, può essere ampliato/perfezionato/adattato alla bisogna…
          e, come il caffè, può essere CORTO/LUNGO/EDULCORATO/ può farti piegare le labbra in un sorriso o lasciarti l’amaro in bocca ecc.
          inoltre c’è quel Famoso Detto (che io usavo quando, giovane squattrinato, raccoglievo 2 margheritine dal prato e offrendole alla Ragazza Le dicevo:_E’ IL PENSIERO CHE CONTA !!

          • Ora tralasciamo sul fatto che io giovincello e squattrinato come omaggio floreale porgevo alle ragazze ramoscelli strappati in qualche aiuola dei giardinetti e tralasciamo pure che talvolta funzionava,ma non tralasciamo che sono Felice assai di questa risposta perchè so che non è data a caso si basa sul tuo sentire e credo tu abbia ragione il pensiero fa parte di un universo parallelo molto più complesso di quello da noi conosciuto il pensiero può attraversare spazi dove le parole non possono arrivare ….la parola ha un limite il pensiero NO!!
            Grazie di cuore Colornello passo di sopra a spiegarti del viaggio,ma prima di fare ciò lascio un saluto al Rosario anni 70 e Renato detto Diogene!

  6. Ciao, sono Diogene, non so se ti ricordi di me. Mi insegnavi a mettere i video su Libero. Non sei più su Libero? Forse fai bene. Ma ricordo male o c’era di mezzo un galeone, forse quello di Cap. Uncino?
    Un carissimo saluto!

    • Egregio RenatoDiogene mi perdoni se le rispondo io e soprattutto dopo così tanto tempo…io sarei proprio cap.Uncino quello del galeone per intenderci….tale imbarcazione sgarrupata mi era stata affidata dalla sua legittima proprietaria sig.ra SpagnaPaola meglio detta FataLumil al fine di eseguire dei lavori di manutenzione insieme ad un FANTASTICO gruppo di amici naufraghi..mentre si lavorava qui si danzava si rideva si acoltava della buona musica si rifletteva e si poetizzava anche era per così dire un mondo magico..i lavori procedevano regolarmente e mentre eravamo intenti ad issare l’ultima vela la Fatina ci preparava degli ottimi manicaretti pizze pastiere taralli e finanche gli struffoli pensi un pò caro Renato….e fu proprio con lo struffolo magico in una notte di luna piena che la fatina decise di compiere una magia e come per incanto ad un tratto sparì!!! e in un mondo buttato via restammo tutti quanti carichi di somma meraviglia!!! 🙂
      Ora caro Renato in tutta questa meraviglia io manco dovrei esserci..ero partito ed oggi ritorno per raggingere un caro amico il naufrago d’onore Tutangatto che partirà con me in un viaggio immaginario,ma che poi tanto immaginario non è.. detto questo sig. Renato la saluto e mi perdoni se mi sono dilungato mi auguro che lei possa soggiornare di nuovo e lietamente in questo fantastico atollo auspicando anche un inaspettato ritorno della padrona di casa,ma questo non glielo posso garantire però davvero non so più nulla di lei….mi resta una simpaticissima raccolta di qualche centinaio di mail denominata “La pupa di Pompei” e un dolcissimo ricordo impresso nel cuore….a lei veramente ho detto tutto e le mie parole non saranno certamente cancellate dal tempo e da nulla….perchè essendo parole senza tempo senza luogo e senza spazio resteranno parole eterne…certo in mezzo a tante volgarità si celavano anche parole d’amore eheheheh ma poi l’amore cos’è di preciso nessuno lo sa…ma di sicuro non è l’invenzione di un poeta…..Au revoir nuafragès!!

      https://youtu.be/GSf2k_Gj-WY

  7. Codesta cartolina invece si rivolge a voi amici naufraghi della notte dal vostro vecchio amico Hook e va ad incorporare le due ricorrenze la prima già ricorsa e fu la liberazione del 25 Aprile ed allego canto di liberazione più o meno eheheh

    https://youtu.be/yRjGqxxrJB8

    E per la ricorrente ricorrenza che ricorre in questo momento non vogliamo spendere un pensiero musicale???? primo Maggio festa dei lavoratori e noi ci mettiamo del Mario anche su questa!!

    https://youtu.be/Q3vf_PeV1h8

    Mario un saluto grande e se sovente ti ho sempre tirato in ballo e continuo a farlo è perchè in tutto il tempo di questo strano percorso sei stato un dispensatore di buonumore genuino e naturale….Mario il vaccino più efficace è e sarà sempre il tuo!!! 😉

    Un abbraccio quindi a tutti però uno in particolare lo rivolgo al Naufrago d’onore Tutangatton e a lui dico:Vedi caro Tutan io sono un amico immaginario,ma credimi che il bene che ti voglio può superare di gran lunga l’immaginazione!!

    Buon Primo Maggio a voi tutti!! e alla cavallina stron….pardon volevo dire storna cavallina storna che continua a fare quella che non ritorna!! 😉 (scherzo amica mia che tu possa stare bene!! bacione grande con tutto il cuore!!)

  8. Questo è un messagio in codice

    Quando il cobra non è serpente il gattino diventa ruggente ripeto Quando il cobra non è serpente il gattino diventa ruggente!!

    https://youtu.be/fHtYsZiaKHU

    In realtà questo messaggio subliminale contiene un pensiero affettuoso in quanto tale.stop.

  9. Ci vuole un istante per notate qualcuno, poco più per capire chi veramente è…
    Ecco cosa manca alla gente… Quel “poco più”.
    Un abbraccio nell’attesa del tuo ritorno.

  10. …quando nel mio buio vedo brillare i Tuoi occhi aperti al mondo e nell’assordante silenzio dell’Isola, apparentemente deserta, sento le voci dei cari Amici in “attesa”, mi torna in mente il Tuo ultimo pensiero espresso e che ti voglio rammentare :
    ” IO RESTO QUI…

    a Guardare lo Sfacelo Quotidiano che Contagia Anche Me.
    E Cercando…
    Non so Più in che Modo…
    di Salvaguardare quell’Animo Bambino…

    GENTILE…

    DISPONIBILE…

    Che Voglio Conservare Seppur Consapevole
    Che Sempre più Spesso

    PER SOPRAVVIVERE

    Devo Trasformarmi in
    Un Gattino Ruggente. ”
    …quel Gattino lo sto aspettando per COCCOLARLO un pò e carezzargli il pelo NEL VERSO GIUSTO…
    Ciao Lumil, AMICA cara…

  11. …mi sono “fatto i conti” (devo pur fare qualcosa su st’Isola solo soletto: praticamente ISOLATO) …e, se ho calcolato bene, fra un mese esatto sarà PRIMAVERA … voglio sperare che il nome rimanga “unito” e NON si scinda in prima v’era e adesso non v’è più…

  12. T- Chivallà ?
    R- sono Robinson, stai tranquillo…
    T- sei “quel Robinson”?
    R- si, il Crusoè…
    T- e come si arrivato quì?
    R- con la mia zattera: ho visto st’isola che mi sembrava deserta e sono venuto a dare n’occhiata…
    T- sento un’altra presenza… chi è?
    R- è venerdì…
    T- no, oggi è martedì;
    R- lo so, ma venerdì è il nome di questo “amico” che sta con me..
    T- ok ok, ma bada bene: questa NON è un’isola MA è l’ISOLA… ed è PROPRIETA’ PRIVATA di Lumil, quindi, finchè ci state, DOVETE rispettare TUTTO QUELLO CHE VI CIRCONDA !!!
    R- chi è questa Lumil, una donna?
    T- no, non è “una” donna, è MOLTO MOLTO DI PIU’: è LA DONNA…ed è anche una Fatina che sa fare i “miracoli”… e mo ti lascio chè c’ho da fare…

  13. …di quando in quando dedico un poco dell’energia che mi è rimasta per fare quattro passi su qu quest’Isola “poco abitata”…
    uno degli “angoli” da me preferiti è il piccolo palmeto… conosco a mente i passi che le distanziano una dall’altra… e poi seguo la “scia” del profumo lasciato da Lumil… perchè, sono certo, che la Fatina viene anch’Essa a visitare la Sua Isola…
    di quà e di là ritrovo qualche “traccia” di Voi CARISSIMI AMICI naufraghi e, ovviamente, mi viene il “nagone” della nostalgia… ma lo scaccio via pensando alla prossima RIMPATRIATA quando risponderemo all’appello di Lumil…(è una speranza segreta… ma ne ho quasi la caertezza: la Fatina NON può abbandonare la Sua magica Isola dopo avera fatta emergere dagli abbissi di una UMANITA’ sconnessa scompaginata disamorata frastagliata disorientata e DISUMANIZZATA…)
    Ciao a TUTTI
    kisskiss Cara Lumil

  14. …ciao Lumil
    io spero e PREGO che questa Tua “assenza” sia per Tua scelta e NON per impedimenti non dipendenti dalla Tua volontà…
    Io continuerò a frequentare la Tua Isola magica, e sono sicuro che ci troverò semppre gli Amici SINCERI come Mario Rosario Hook e gli altri meno assidui…
    e, poi, ti voglio CONFERMARE che TU sei stata sei e sarai SEMPRE la mia più CARA Amica…
    permettimi di darti un bacetto de quà e uno de llà
    ciao

  15. Mi piaceva il libro cuore,
    quand’ero piccolo mi identificavo in quella miseria economica
    ancora simile alla nostra e quindi in quei personaggi vicini a noi
    e poi quei racconti del nostro risorgimento e quell’umanità che
    permeava quelle pagine.
    E’ vero, ora conta solo il soldo, si compra tutto e purtroppo non solo le cose
    e ci si vende con facilità per scalare il tuo status sociale
    Mi unisco a te Fatina, chissà cosa resterà di quel nostro passato….
    polvere probabilmente.
    Un abbraccio e un saluto caro a chi è rimasto qui

  16. Pregasi consegnare questo a “Donna Chiacchiera” quando la vedete passare di qua le dite da parte del suo GIOVANE(prrrrrrr! 😉 ) e stupendo amico sempre con devozione le dite inoltre che pernacchia e dito medio sono omaggi della casa Lei capira!! Eheheheheh datele un bacione e se fa la brava anche due..se li risputa li date a Mario!! 😉
    https://youtu.be/GB8Uy24j5T4
    Messaggio per Tutangatton : Prova ad immaginare che il tuo amico immaginario in questi giorni ti scriva sulla Tutanmail per salutarti e che scambi con piacere una chiacchiera con te ma prova però ad immaginare anche di rispondere!! Eheheheh Abbraccio grande!!

  17. …CIAO AO AO AO ao ao ao…
    che silenzio su ‘st’Isola…
    dopo il TENTATIVO di sbarco di quei 18 “brutti ceffi” (che ho mandato affankul), sono rimasto solo e, siccome mi “annoiavo”, mi sono INVENTATO di parlare con un AMICO immagginario: l’ho chiamato “Angelo” (come me)… e me lo sono creato con “la pasta” di un “bravo ragazzo”…così bravo che DI MEGLIO non si può…
    Purtroppo NON sempre riesco a “parlarci” , e allora MI SONO INVENTATO che ha degli “impegni importanti” che lo tengono lontano dall’Isola…
    non è certo la PAZIENZA che mi manca: la “PADRONA DI CASA” mi ha abituato ad averne in abbondanza, però il MIO TEMPO non è altrettanto “abbondante” e zpero di poter avere presto un pò di “compagnia”…
    ciao ao ao ao ao

  18. …ciao mia SPLENDIDA ancora di salvezza
    sapevo di NON essere il solo a conservare il “ricordo” di un Mondo che era “giusto” … dove il BENE non era “stupidità” ed il MALE non era “furbizia”…
    La nuova Unità di Misura del genere umano è il POSSESSO : più si HA e più si VALE …e NON c’è il LIMITE SUPERIORE all’AVERE…
    Io sono convinto che i SOPRAVVISSUTI (fra qualche tempo) saranno felici di riuscire ad accendere un focherello sfregando due bastoncjni secchi …
    ed io, “gardandoli” da LASSU’ , penserò: ecco che si RICOMINCIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *